Australia

Day off

06/01/2015

La vita in Australia continua tranquilla. Finalmente, direi!

Oggi è il mio giorno off: un giorno libero tutto intero, senza assolutamente niente da fare. Non so neanche quanto tempo era che non mi capitava! Un giorno come le mie vecchie domeniche, passate a ciondolare dal letto al tavolo e dal tavolo al divano!
Purtroppo il tempo non è così clemente da permettermi di andare a buttarmi sulla sabbia bianca e fine di Southbank o di “rinfrescarmi” nella sua piscina artificiale, quindi eccomi qua.

Home sweet home. Una casa che finalmente sento come tale.
Sono seduta al tavolo della cucina, rotondo proprio come piace a me, rivolta verso la finestra da cui vedo gli aerei passare e la gigante torre del Meriton, che io prendo sempre come punto di riferimento per ogni cosa, ma che immancabilmente confondo con una delle altre due che ci sono a Brisbane. Computer, tazza di caffè annacquato di woolworth (che è veramente pessimo)… Quasi mi sembra di essere tornata ai tempi della tesi!

Condividiamo l’appartamento con Barbara, spumeggiante, festaiola e dormigliona che al momento è tornata in Brasile dalla sua famiglia per il periodo natalizio. Andreia, determinata a trovare la sua strada in Australia, tanto da svegliarsi ogni mattina alle 3.00 e camminare 2 km per andare a lavorare. E infine Paulo, il grande capo, fissato con la pulizia, l’ordine e il fitness.
Sono persone carine e gentili, con i quali quando possiamo, condividiamo anche momenti insieme: giornate al mare, feste di compleanno, sabati sera…

Il lavoro personalmente mi sta dando parecchie soddisfazioni e credo che lo stesso valga per Martina. Ho imparato a stare dietro una macchina del caffè e a fare i famosi caffè all’australiana, (ma questo grazie a John prima di tutto e poi a Carlo, che è il boss del coffee shop dove lavoro al mattino), ho scoperto che so portare un vassoio con più di cinque bicchieri pieni e tre piatti alla volta e ho addirittura capito come stare dietro al bancone del bar a preparare bevande per la clientela. Incredibile. Mai avrei pensato di saper fare tutte queste cose che reputavo impossibili a causa della mia goffaggine. Sono lenta, ma le faccio e sono felice che qualcuno abbia abbastanza fiducia in me da obbligarmi a provare.
Il team è stupendo, la maggior parte di noi sono italiani e fin da subito ci hanno fatte sentire parte del gruppo. Si lavora come in un vero team: qualcuno è sempre pronto ad aiutarti o a spiegarti durante il servizio, se ne hai bisogno e tutti sono anche pronti a fare festa con te dopo l’orario lavorativo!
E’ quasi come stare in un piccolo paese, dove ci si diverte, ci si aiuta e si fa pettegolezzo insieme!

Continuiamo a fare progetti, a scegliere mete, a sognare nuovi posti. Adoro l’idea di essere in continuo movimento, di dovermi adattare a cose diverse. Amo il fatto di uscire per strada ed essere fermata dagli sconosciuti, parlare con loro, scoprire le loro storie e raccontare le mie. Meraviglioso è scambiare le proprie esperienze e arricchirsi pian piano sempre di più di nuove cose sconosciute.

Abbiamo anche visto i canguri e li abbiamo toccati, accarezzati e gli abbiamo dato da mangiare! E poi abbiamo preso in braccio un Koala! Sono la cosa più tenera che esista al mondo!
Quale sarà la prossima avventura…??